DISCIPLINE EQUESTRI

 
  homepage
homepage
  DISCIPLINE MONTA LAVORO    
       
 
     MONTA DA LAVORO
 
La Monta Vaquera
 

La doma vaquera ha la sua origine in funzione dei lavori in campagna e si chiama vaquera per il suo utilizzo nel lavoro con i bovini allevati per le corride (Ganado Bravo). Il cavaliere che pratica tale tipo di monta ha in generale grande intuizione e sensibilità; è una disciplina molto tecnica e spettacolare.

La Doma Vaquera persegue come principale finalità quella di mettere il cavallo in uno stato di equilibrio, dominio e cieca obbedienza e collaborazione con il suo cavaliere, così da essere impiegato nelle condizioni più disparate e nelle circostanze del lavoro in campagna. La prova di equitazione prevede manovre che potrebbero essere causate dalle reazioni che il cavallo potrebbe trovare in campagna che ha sempre degli elementi sorprendenti come la pernice che si alza e vola via, la lepre, il bestiame brado (tori da corrida) e le inclemenze del tempo: ecco il perché delle repentine manovre e dell’estrema agilità.

Oggigiorno la Doma Vaquera è praticata anche dall’élite e non solo più nei campi, e da ciò ne deriva la notorietà dei circoli ippici ed il gran numero di concorsi che si svolgono in tutta la Spagna e all’estero. La bardatura vaquera prevede una sella da lavoro detta anche campera.
Per conoscere l’Alta Scuola bisogna fare un passo indietro nel Rinascimento italiano. Come i grandi maestri nel campo della pittura e della scultura cominciarono a rifiorire sotto il sole italico, così accadde alla risvegliata arte di andare a cavallo che fu reintrodotta dal nobile napoletano Federico Grisone, riconosciuto dai suoi contemporanei come il padre dell’arte equestre.

A quell’epoca l’arte equestre era complementare alle attività di guerra. Infatti le battaglie si combattevano anche a cavallo e perciò l’arte di montare diveniva per così dire «vitale» nello svolgimento delle azioni militari: l’appoggiata serviva a schivare il colpo del nemico, la piroetta tornava utile per difendersi allorché si era circondati, il passage era un passo di parata e le cosiddette «arie sopra il terreno» (courbette, capriole ecc., ancora praticate alla Scuola Spagnola di Vienna, a Lipizza, Lisbona e alla Fundación Real Escuela Andaluza del Arte Equestre) aiutavano a districarsi in situazioni critiche durante il combattimento.

Ora le guerre non si combattono più sui cavalli, ma le competizioni di Alta Scuola intendono preservare e valorizzare tale raffinata arte equestre perché non vada persa.
L’arreon è una gara di velocità su un rettilineo di 200 metri circa che si usa nei Paesi Iberici per testare la qualità di un cavallo per l’uso al campo. In particolare con questa prova si verifica la reattività del cavallo e la qualità del galoppo per eventuali situazioni di necessità che potrebbero occorrere ella gestione del ganado bravo. Successivamente ha trovato sua evoluzione in una prova dimostrativa nelle fiere e nelle borgate.
La gimkana iberica è una prova di abilità per cavallo e cavaliere in cui in un percorso a tempo vengono riproposte le difficoltà più comuni che si potrebbero incontrare durante il lavoro a campo. Si ritrovano così simulazioni di fossi da attraversare, tronchi e altri ostacoli naturali da saltare o aggirare, cancelli dei corral da aprire, strettoie da affrontare, retromarce, bersagli da infilare con la garrocha. Oggetto di giudizio non è solo la velocità con cui si porta a compimento il percorso ma anche e soprattutto la precisione nell’esecuzione degli esercizi. Questo tipo di prova è molto diffuso anche in altre nazioni per altri tipi di monta equestre da lavoro, perché permette il consolidamento dell’affiatamento tra cavaliere e cavallo, oltre che un buon allenamento fisico e mentale per entrambi.

 

    
 
     
     
             
Seguici su FaceBook e YouTube  
APPENNINO a CAVALLO - Associazione Culturale iscritta al n. 8291 del 6/3/2013 del Tribunale di Bologna - Police Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Nelle Regioni: Abruzzo | Basilicata | Calabria | Campania | Emilia Romagna | Lazio | Liguria | Marche | Molise | Puglia | Sardegna | Sicilia | Toscana | Umbria |