I CAVALLI

 
  homepage
homepage
  OSTEOPATIA EQUINA  
     
         
 
     OSTEOPATIA EQUINA
 
Osteopatia Equina. La terapia manipolativa del cavallo

L'Osteopatia Equina, ossia la terapia manipolativa del cavallo, è la mia grande passione. Lavorare con questi magnifici animali, è estremamente piacevole, divertente, rilassante e gratificante. Il loro corpo condivide con il nostro, una grandissima parte dell'anatomia muscolo-scheletrica; quindi, anche se loro sono quadrupedi e noi bipedi, ci assomigliamo tantissimo. Molto più di quanto si possa pensare.

Ecco quindi che l'Osteopatia Equina, non è altro che l'Osteopatia Umana, modificata ed adattata, applicata al cavallo.

Cavallo e cavaliere, sono un binomio. Spesso le problematiche del cavallo, nascono da problematiche, note o meno, del cavaliere: ad esempio, se il cavaliere ha una patologia di colonna vertebrale, oppure ha subìto un trauma al bacino, o ad una caviglia, o altro, può stare in sella (assetto) scorrettamente, cioè distribuire il peso non uniformemente, tra destra e sinistra, generando stress e sovraccarichi nella colonna vertebrale del cavallo, che possono poi divenire disfunzioni anche profondamente invalidanti.

Per comprendere meglio, provate ad immaginare di dover portare, uno zaino da 15 kg, che non sia posizionato al centro di spalle e schiena, ma spostato a destra o sinistra di 15 cm. Immaginate ora, come potreste stare, dovendo portare quello zaino tutti i giorni, correndo (trotto e galoppo) e saltando. La vostra schiena sarebbe un disastro, un concentrato di dolori.

Il cavallo, ovviamente, non può lamentarsi, però manifesta una serie di sintomi e segnali, che possono aiutare il cavaliere a comprendere la natura del problema.

Quali problemi trattare?

  1. Rigidità cervicale marcata durante il lavoro a mano destra o sinistra
  2. Il cavallo lavora tenendo sempre la testa alta (difesa)
  3. Il cavallo marca (zoppia) su anteriore o posteriore, destro o sinistro
  4. Problemi di navicolite
  5. Dolore  durante il salto o la ricezione (atterraggio)
  6. Problemi al posteriore o all'anteriore durante esercizi quale l'appoggiata
  7. Reattività al peso del cavaliere durante il lavoro 
  8. Calo di rendimento, senza motivati problemi veterinari
  9. Storia di traumi pregressi, quali cadute o scivolate, avvenute  da puledrini

Il trattamento inizia con la raccolta delle informazioni, richieste a chi monta abitualmente il cavallo, o a chi, comunque, ne conosca le problematiche.

Il passo successivo, è l'osservazione del cavallo mentre passeggia, visto da dietro/davanti e da destra/sinistra.

Poi si eseguono tests e valutazioni a livello di colonna vertebrale e arti, cui segue il trattamento vero e proprio, che consiste in una serie di tecniche manuali, sempre ben tollerate dal cavallo.

ECCO ALCUNI ESEMPI DI TECNICHE CORRETTIVE

Valutazione e preparazione alla manipolazione di C1 

  

Valutazione e trattamento del tratto cervicale (da C3 a C7)

Valutazione e trattamento del tratto cervicale


Tecnica combinata di trattamento delle vertebre dorsali,  con l'ausilio dell'arto anteriore come leva 


Valutazione della mobilità del tratto lombare


Tecnica diretta di manipolazione vertebrale lombare

 

 Manipolazione e correzione delle vertebre coccigee

 
Dott. Alberto Carletti

    
 
     
     
Seguici su FaceBook e YouTube  
APPENNINO a CAVALLO - Associazione Culturale iscritta al n. 8291 del 6/3/2013 del Tribunale di Bologna - Police Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Nelle Regioni: Abruzzo | Basilicata | Calabria | Campania | Emilia Romagna | Lazio | Liguria | Marche | Molise | Puglia | Sardegna | Sicilia | Toscana | Umbria |